h1

Doppia sambuca terapeutica.

29 gennaio 2014

giovedì 15 febbraio 2007A Lecce, avevo preso l’ abitudine di far colazione in un bar che si trovava dietro l’ufficio; decente pasticceria ottime focaccine ripiene, il cappuccino gradevole: il caffè non bruciato, la schiuma del latte a volte era un’ po’ sciacquona, nel complesso una discreta colazione. L’ambiente era per me ospitale, bottiglioni di liquori ben conservati da tre dita di polvere, poca pochissima gente, spesso deserto, quando c’era qualcuno o era indaffarato al video poker o stava con un altro a parlare a bassa voce. L’importante era chiedere il caffè da portar via, in modo che lo mettesse nel bicchierino di plastica e poi invece te lo bevevi li. Meglio la figura di merda che il colera. Però era meglio che andare al bar chic, dove ogni tre per due qualcuno ti diceva: ” ma tu non sei di lecce?” e poi quella cazzo di foto del gestore insieme ai negramaro mi dava una noia mortale. Leggi il seguito di questo post »

h1

2013 in review

8 gennaio 2014

The WordPress.com stats helper monkeys prepared a 2013 annual report for this blog.

Here’s an excerpt:

A San Francisco cable car holds 60 people. This blog was viewed about 1,800 times in 2013. If it were a cable car, it would take about 30 trips to carry that many people.

Click here to see the complete report.

h1

Culi pirici (remastered)

12 dicembre 2013

Istantanea 3 (16-03-2013 22-17)Sto parlando proprio di questo, sto parlando di una pratica che per molti è pura mitologia: bruciare le scoreggie.

Un mito che con la matura età perde credibilità, mentre io sono qui, alla soglia dei 40anni, (ehm ehm, zitti voi)  a testimoniare che le scoreggie si possono bruciare.

Si, le pete bruciano che è una meraviglia. Leggi il seguito di questo post »

h1

Boomerang

10 marzo 2013

jackphone- Ciao babbo, sono io, come state ?
- Tutti bene, ciao, te?
- Senti babbo, ce l’avete ancora quel boomerang in casa?
- Penso di si…
- Ma ce l’ avete ancora appeso alla parete come in casa vecchia o è sparito dalla circolazione?
- Si, il boomerang non l’abbiamo buttato, dunque, non è in casa in effetti, dopo il trasloco tante cianfrusaglie le abbiamo pure buttate…

- Lo so, come le scatole con le mie cose.
- Oh non ricominciare con questa storia… dicevo quindi che abbiamo buttato via un po’ di cose inutili, ma molte, anche se non sono in casa, stanno in garage nelle scatole.
- Sì babbo, dicevo, dunque, quindi, come le scatole mie.
- Oh ma hai chiamato per fare polemica?
- No babbo, ho chiamato per nostalgia.
- Ah, hai nostagia di casa?
- Sì, no! Ho nostalgia del boomerang!
- Ah quel cazzo di boomerang impestato della madonnaccia…
- Bravo babbo, sempre entusiasta di sentirmi… Leggi il seguito di questo post »

h1

conserva almeno due vecchie abitudini.

5 marzo 2013
Immagine77

mutande su ghisa

Non vanno mai perdute le buone abitudini , io ne ho perse tante e di nuove ne ho acquisite. Non mi sveglio più con petulanti erezioni, né mi addormento più previa eiaculazione, procurata in un modo o in un altro, spesso in un altro, qualche volta a caro prezzo, ma con i soldi che si buttano oggi è un prezzo che sembra caro solo fino al successivo tumulto d’eccitazione. Buone abitudini ormai smarrite, impossibili da praticare perché altre ne hanno preso il posto.

Adesso, prima di coricarmi, faccio il giro ad abbassare gli avvolgibili, poi provo a dormire infilandomi in un letto, duro da starci sopra, che scalcia, spinge e butta fuori. Solo di rado eiaculo. Né in un modo né nell’altro, ma soprattutto senza moneta anche se questo non significa che qualcosa non si debba, comunque, pagare.

Alcune volte mi sveglio all’alba e vado ad abbassare le tapparelle in camera, ché sono rimaste un’ po’ sollevate e filtra troppa luce, poi mi rimetto a letto. Leggi il seguito di questo post »

h1

neve in città

23 febbraio 2013
neve in città

neve in città – foto di Rudy Bandiera

L’ inverno è brutto, è lungo, buio e freddo. Non mi piace l’ inverno, amo l’ estate e amo il mare, però la neve quando cade in città è sempre una meraviglia. Lo so che crea una marea  di disagi, ma la neve in città è bella, è come il carnevale, è come i mondiali.

Già ai primi fiocchi parte la brocca ad un’ intera cittadina: Suv fermi in mezzo a strade nemmeno bagnate, vecchiette con la 600 che abbordano salite con le ruote liscie, fermate dell’ autobus piene di gente che smadonna, anche quello col Suv smadonna, e pure quello fermo dietro al suv smadonna.

Quando la neve raggiunge l’ altezza record di un millimetro un’ intera cittadina si blocca e Leggi il seguito di questo post »

h1

Crisi spirituale e crollo del potere d’acquisto

11 febbraio 2013

postsSi rincorrono giornate estenuanti di lavoro interminabile e di interminabili veglie, al lume del gas sotto il bricco del latte. E non c’è un modo per dare un ordine a cose e persone, queste seguono solo le proprie esigenze e tu puoi solo evitare che tutto vada a rotoli. Stringi i denti e vai avanti nella speranza che il tempo sarà galantuomo, tempo che intanto scorre alla velocità della luce lasciandoti spesso la desolante consapevolezza di non avere più il potere di condizionare gli eventi.

Io tendo comunque sempre a minimizzare, penso che sia solo una fase, prima andava bene per un verso ma per l’altro era un disastro, è tutto relativo, è una condizione mentale, se hai ben presente la via di fuga puoi resistere anche in situazioni difficili.

Così sono andato avanti tranquillamente, ma dopo quello che mi è successo oggi sono definitivamente a terra: Leggi il seguito di questo post »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 225 follower